Tutti i Segreti della Magia Rossa: cos’è, a cosa serve e come funziona realmente.

Se il termine Magia Rossa ti ha subito fatto pensare ai famosi Legamenti d’Amore sai già benissimo di cosa stiamo parlando. Con il termine Magia Rossa gli studiosi di Magia, e delle Scienze Occulte in generale, si riferiscono a tutti quei Rituali Magici che hanno uno scopo puramente sentimentale.




Vuoi fare innamorare un uomo o una donna di te? Vuoi far ritornare un tuo (o una tua) ex? Vuoi trovare finalmente l’anima gemella? Gli Incantesimi di Magia Rossa sono tutti cerimoniali, più o meno complessi, specifici per questo tipo di scopi. Naturalmente non basta semplicemente eseguirli alla lettera per vederli “magicamente” realizzati, lo studio della Magia Rossa, o di qualunque altra pratica esoterica, richiede un notevolo sforzo culturale e mentale. Tuttavia sono dell’idea che la forza di volontà sia lo strumento magico per eccellenza e che anche coloro che sono sprovvisti di una conoscenza sistematica dell’occulto possano ottenere degli ottimi risultati e in tempi anche piuttosto celeri.  Ma andiamo con ordine…

Come funziona la Magia Rossa?

La Magia Rossa funziona esattamente come la Magia Bianca e la Magia Nera. L’unica cosa che contraddistingue queste tre forme di Magia sono gli scopi e le Forze Sottili poste in essere durante i cerimoniali. Comunque sia non esiste una teoria del funzionamento dei Rituali Magici che sia accettata in modo unanime dagli operatori. In ogni modo le teorie “più accreditate” sono fondamentalmente due.

La prima è la teoria secondo la quale l’incantesimo si realizza mediante la volontà dell’operatore, il quale agisce sui fluidi del piano astrale. La seconda è la teoria secondo la quale invece l’incantesimo si realizza mediante la volontà dell’operatore, il quale agisce influenzando il proprio subconscio, il quale a sua volta plasma la realtà esterna.

Entrambe le teorie non hanno alcun fondamento scientifico ed è proprio per questo che poco fa ho parlato di “sforzo culturale”. Chi vuole praticare un Maleficio d’Amore che sia realmente efficace deve innanzitutto credere ciecamente nel proprio operato. Cimentarsi in un Rituale Magico e poi dubitare della sua efficacia è soltanto una perdita di tempo: se non ci credi veramente non funzionerà mai.

Pertanto non domandarti se quel Rituale di Magia Rossa funzionerà, cerca piuttosto di oltrepassare i tuoi limiti culturali e concentrati solo ed esclusivamente su quelli che sono I Quattro Pilastri della Magia, gli unici veri strumenti magici di cui hai bisogno: VOLERE, SAPERE, OSARE E TACERE.




I Quattro Pilastri della Magia Rossa

I Quattro Pilastri della Magia sono fondamentalmente i quattro principi mediante i quali molti operatori basano la propria pratica delle Scienze Occulte. Vediamoli…

Volere

La forza di volontà è tutto nella vita ed è tutto anche nella pratica della Magia. Ma bada bene: volere non significa inseguire il capriccio del momento, volere qualcosa significa desiderarla con ogni atomo del proprio corpo. Se ad esempio non siete sicuri al 100% di volere che quella persona che tanto desiderate s’innamori di voi, non fate nulla! La forza di volontà, nella Pratica Magica, è una lama a doppio taglio. Un Legamento d’Amore eseguito senza la volontà più assoluta potrebbe sortire un effetto boomerang alquanto fastidioso.

Sapere

Il sapere è il secondo pilastro, ma non per questo è meno importante del primo. Immagina di volere qualcosa ma non sapere come ottenerla, sarebbe un po’ frustrante non trovi? Nella pratica della Magia sapere è fondamentale. Per praticare una Fattura d’Amore, ad esempio, devi avere il massimo della conoscenza delle Forze Sottili poste in essere. Innanzitutto devi capire su quale teoria magica focalizzare il tuo sapere. Se tendi a considerare gli Incantesimi come azioni che influiscono sul piano astrale concentrati su questa tipologia di conoscenza, se invece tendi a considerarli come azioni che influiscono sul tuo subconscio concentrati su quest’altra. Nel primo caso dovrai affrontare uno studio più “classico” delle Scienze Occulte, nel secondo uno studio più “psicologico”. Dipende principalmente dalla tua impostazione culturale. La persona credente opterà sicuramente per la prima teoria, quella più scettica per la seconda. L’importante è sapere, appunto, come “muoversi”.

Osare

L’audacia, come scrive Fjona G. Calvert nel “Libro delle Fatture”, è una condizione necessaria per realizzare queste pratiche. Una volta che sai quello che vuoi e sai esattamente come ottenerlo non ti resta che provare. Personalmente mi piace pensare alla Magia Rossa come all’ultima spiaggia. Le ho provate tutte ma continua a non volermi? Beh, proverò con un Legamento d’Amore. Per qualcuno potrà sembrare una riflessione un po’ dozzinale, ma non importa. Trovate la vostra impostazione mentale adatta per tirare fuori gli attributi e agire.

Tacere

Tacere è tutto nella Pratica Magica e questa è la sola ragione per cui un vero Mago (con la “M” maiuscola) è così raro da incontrare.  Le persone che divulgano il proprio operato non sono né credibili, né temibili. Inoltre, parlare apertamente del Rituale d’Amore eseguito la sera prima non farebbe altro che annullare il suo effetto. Dunque, se avete fatto un incantesimo a qualcuno tenetevelo per voi. Inutile ricordarvi poi che a parlare di questo genere di cose in pubblico si corre il rischio di passare per ridicoli. Tuttavia, il fatto che in pochi ammettono di credere alla Magia, dev’essere considerato proprio come un vantaggio: ci aiuta a tenere la bocca chiusa!