Incantesimo di Magia Nera delle Tre Notti dell’Inferno




Per questo rituale ti serviranno:

  • 3 candele nere
  • Una foto della persona che vuoi maledire
  • Una scatola di legno




Il Rituale:

  1. Medita per qualche minuto per liberare la mente e rilassarti.
  2. Metti la foto della persona che vuoi maledire dentro la scatola di legno.
  3. Accendi una candela nera e tienila in mano.
  4. Versa la cera che cola dalla candela sulla foto della persona che vuoi maledire recitando queste parole: “Candela nera, nera come la notte, nera come il male, nera come gli incubi, porta a (nome della persona che vuoi maledire) un mare di disgrazie. Nel nome di Agrocon Maludeio Balzabot Lucifugo, re di tutti gli Spiriti Infernali, re del male più impronunciabile, re dell’orrendo e dell’indicibile. Che la vita di (nome) sia nera come la notte e piena di male, rigogliosa di incubi e disgrazie. Così sia!”
  5. Lascia che la candela si consumi e butta il residuo dentro la scatola.
  6. Ripeti il procedimento per altre due notti.
  7. Sotterra la scatola vicino a un cimitero.

Potrebbero interessarti anche questi rituali:

4 commenti su “Incantesimo di Magia Nera delle Tre Notti dell’Inferno”

  1. ho provato tanti rituali di magia di tutti i colori ma a nulla sono serviti, tanto meno sono servite preghiere o altro, i miei acerrimi invidiosi nemici prosperano in salute felicita beni denato tutto a loro splende , e continuano a rubare il mio conla complicita di persone di potere……..NESSUN RITO, MAGIA O ALTRO SERVONO ANNA mandatemi un rituale che funzioni veramente……… non ce la faccio più sono innocente , voglio che chi mi fa del male paghi perdendo tutti i beni materiali lavoro denaro amici salute tutto nella loro vita deve crollare, io devo vedere, mi hanno distrutto, per invidia.

    • Ci dispiace per la sua situazione di disagio. Tuttavia questo sito nasce con lo scopo di condividere gratuitamente riti e incantesimi di diverse tradizioni esoteriche, e non quello di fornire assistenza a problematiche personali. Rispondiamo esclusivamente ai commenti inerenti i rituali di per sé, le problematiche intime e private non sono di nostra competenza. Inoltre la magia è un percorso di crescita personale profondo per coloro che la praticano seriamente, e non un modo “facile” per ottenere l’impossibile. Maggiore è la brama del risultato immediato e maggiori sono le probabilità che i risultati non si verifichino affatto. Non dipende tanto da questo rito o da quell’altro, è un discorso molto più complesso che comprende fattori diversi e sovente incomprensibili dai più. Detto questo le auguriamo di ritrovare la serenità (con o senza la magia). Saluti!

    • Ciao, non so se sai che se non invochi una divinità della mano sinistra non funzioneranno mai, se devi distruggere qualcuno, ti consiglio di invocare Halphas, con il suo sigillo, ecc… leggi qualcosa di più su questo. Fidati che così funzionerà.

      • Il tuo consiglio è interessante, e conosco bene la tua “scuola di pensiero”. Tuttavia parlare di “divinità della mano sinistra” è improprio. Halphas (o Malthus) è un demone goetico di tradizione salomonica (non una divinità, e neanche una divinità demonizzata, compare solo nel lemegeton). Aggiungo anche che i demoni non vengono “invocati” ma “evocati”. Inoltre tutto ciò che si considera divino e poi si categorizza (cioè si suddivide) con nomi, sigilli etc. personalmente non lo ritengo così divino. L’esoterismo è uno studio molto complesso che richiede innanzitutto un approccio storico, scientifico e psicologico… I rituali pubblicati su questo sito fanno parte di ciò che si definisce “bassa magia”, rituali di magia popolare, hoodoo, incantesimi semplici e pratici dove la nostra forza di volontà gioca un ruolo primario, e non le entità. Il discorso riguardante demoni e sigilli rientra nella magia cerimoniale, pratica che necessita di uno studio avanzato e soprattutto del supporto di una tradizione a cui si aderisce. Insomma, accettiamo il tuo consiglio, ma occorre uno studio più approfondito prima di affermare che un demone sia in realtà una divinità e che evocandolo si ottengano dei reali benefici in questo senso. Buona giornata!

I commenti sono chiusi.